#orizzonte - Dream Catcher : Dream Catcher

Alessandro Sciarroni
Untitled_I will be there when you die

 

“We will know at last how great it is to be alive.
We’ll be lining up, and buying tickets,
(…)
When are you going to die?
Look me in the eye
Tell me when you’ll die.”

My morning jacket, I will be there when you die

 301688_10151494214099736_1545131266_n

 

Untitled_I will be there when you die è il nuovo lavoro di Alessandro Sciarroni attraverso il quale l’artista continua la sua ricerca sulla poesia dello sfinimento, sulla reiterazione del gesto artistico che diventa gesto ginnico, intrapresa con Folks! (presentato durante la scorsa edizione di Drodesera). Collaborando con quattro giocolieri è qui il toss juggling (lancio di oggetti), l’azione reiterata e reinventata.

 

sciarroni2_500

 

Obbligato alla contemplazione di un’immagine/paesaggio ostinata ed organica, dettata da un ritmo in evoluzione, l’occhio è posto di fronte alla ricerca di un principio macchinino piuttosto che drammaturgico: la resistenza.

Il gesto del lancio dei birilli (bianchi) è spogliato del suo immaginario di appartenenza, nessun richiamo all’arte circense, né alla strada, o ad atmosfere hyppie. Fuori dalle dinamiche di rappresentazione/anti-rappresentazione, l’oggetto in scena si impone come segno all’interno di una composizione iconografica e sonora, un quadro ritmato e melodico.

Nel volo il movimento della clave continua lo slancio del performer, come uniti in un corpo unico, che disegna assi vettoriali nello spazio vuoto e lascia scie di bianco nell’aria.

 

sciarroni vettoriJPEG

 

E’ come contemplare il mare all’orizzonte, come quando l’acqua e le onde non ci sono più, una linea divide ed unisce, spalanca e chiude lo sguardo. Lì dove non esiste né domani né ieri, ma solo quell’eterno punto fisso, quel presente che incalza e esplode dentro in mille riflessi luminosi.

In questo tempo non c’è amore che muti o perisca, corpo che invecchi o sfinisca.

 

Polaroid3prova240 Polaroid2_240

 

“Tonight you’re mine completely

You give your love so sweetly

Tonight the light of love is in your eyes

Will you love me tomorrow?”

 

“Is there maybe amnesia at the core of the digital age?” 

 

(Hans Ulrich Obrist)

 

 

 

 


watchgirl
Lara Mastrantonio per @CentraleFies

lara_sciarroni