#caos - Dream Catcher : Dream Catcher

 

ricci/forte

Imitationofdeath

“Disegna la tua mappa, dai un nome alle cose che vedi, costruisci la tua realtà”

Chuck Palahniuk

Unghie Cosce Tacchi

Graffiare Strisciare Inciampare

Neon. Verdi. Coni Stradali. Rossi. Nastro segnaletico. A Strisce. Vacillante il ring, instabile l’equilibrio, fragile la vita. Inizia così Imitationofdeath: sedici corpi seminudi con appendici di plastica sughero gomma cuoio. Fauni che affondano gli zoccoli nell’asfalto. Umanità che annaspa ansimante, barcolla gemente.

imitation 1

“Puoi mantenere un sorriso autentico solo per un po’, dopodiché è solo denti”

Chuck Palahniuk

Coppie Gruppo Singolo

Ballare Ammucchiare Confessare

Una mazurka suona, teste s’inclinano, labbra si allargano, denti luccicano. Corpi s’incontrano in un ballo a due, si accatastano si ammonticchiano si affastellano. Voci si alternano al microfono, incerte. Date impresse nella carne, segni di figli abortiti, ricordi di amori mai nati.

imitation 2

“L’isteria è possibile solo con un pubblico”

Chuck Palahniuk

Fari Platea Spettatori

Puntare Accecare Imbarazzare

Correre nel buio. Rincorrersi nel buio. Guardare domandare interrogare. In fila – tutti uguali – aspettare il proprio turno. Piede destro piede sinistro. Avanti. Due passi solo due. Esporsi, imporsi, rientrare.

 imitation 3

Saremo ricordati più per quello che distruggiamo che per quello che creiamo”

Chuck Palahniuk

Scarpe Medaglie Libri

Indossare Ricordare Inghiottire

Mucchi di oggetti, cumuli di memorie da addentare mangiare masticare. Ingoiare il proprio vissuto può far morire ogni giorno, ma può anche aiutare a sopravvivere.

imitation 4